Il bando 2017

Qui è possibile consultare il bando dell'edizione 2017.
I termini del concorso scadono il 20 settembre 2017.



I vincitori delle
edizioni precedenti

Edizione 2016

Edizione 2015

Edizione 2014

Edizione 2013


Edizione 2012

Edizione 2011

Edizione 2010

Edizione 2009

Edizione 2008

Edizione 2007

Edizione 2006

Edizione 2005

Link

 

concorsi letterari

 

 

Premio Letterario

RACCONTI CORSARI

 

I vincitori dell'edizione 2006

SEZIONE
VINCITORE
TITOLO DELL'OPERA
Tema libero Umberto Defilippi Un sogno
Giovani Irene Leonardis Il cuore del quartiere
Sport Teodoro Lorenzo Ognuno al posto suo
Solidarietà Benedetto Motrtola Sassi



I commenti dei vincitori

Benedetto Mortola
Buongiorno, sono molto spiacente di non poter essere insieme a voi durante la cerimonia di premiazione di sabato 2 dicembre.
A causa dello sciopero dei treni - che inizia stasera alle 21, e che non mi impedisce di arrivare a Torino, ma che mi toglie poi la possibilità di ritornare a Santa Margherita Ligure - sono costretto a rinunciare ad essere presente.
Mi ha fatto naturalmente molto piacere la vostra scelta di premiare il mio racconto "Sassi", anche se avrei preferito non aver dovuto mai scrivere sugli orrori che produce la guerra.
Mi piacerebbe scrivere delle cose belle che la vita può offrirci, ma purtroppo non posso neppure girare la testa dall'altra parte e fare finta di non vedere come vive o sopravvive tanta gente nel mondo.
Anche iniziative come la vostra - che mettono insieme realtà e visioni diverse e nello stesso simili del vivere comune - sono momenti importanti di presa di coscienza del nostro vivere in questo nostro tempo.
Sono vera e viva cultura.
Di questo avremmo bisogno. Per vivere meglio e per cercare di fare vivere meglio tutti.
Vi comunico che - come avevo d'altronde già deciso d'istinto in precedenza - devolvo l'intero mio premio in denaro a sostegno di uno dei progetti di solidarieta' Coop, ai quali ho visto che fate riferimento nel bando di concorso.
Vi rinnovo il mio rammarico per non essere presente, ma credetemi, non ho avuto scelta.
Se mi sarà possibile, mi metterò d'accordo con gli organizzatori e verrò a ritirare le mie 15 copie del libro.
Un caro saluto a tutti.

 

Umberto Defilippi

Nell'esprimere tutta la mia stima per la Vostra splendida attività e per il livello professionale con cui avete intrapreso un percorso di cultura sicuramente non facile, ringrazio ancora sentitamente per le parole di apprezzamento che avete voluto riservare al mio lavoro.